Cosa vedere al Cinema

Piccola guida su cosa vedere al cinema. Tutti i film in questa lista sono attualmente presenti nelle sale italiane. Clicca sul titolo per leggere la recensione completa.
Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2018

Stronger: Un’occasione persa. Film girato stra-bene, Jake Gyllenhaal è strepitoso, la storia (vera) è appassionante e l’ambientazione bostoniana come sempre coinvolgente. E che è successo allora? Succede che la seconda parte del film è talmente piena di retorica statunitense da far venire i crampi allo stomaco. Come perdersi in un bicchier d’acqua. VOTO 5

Il sacrificio del cervo sacro: Uno dei film più inquietanti e disturbanti dell’anno. La potenza del film sta nel suo crescendo costante, nel senso di pericolo celato in ogni sequenza, nella sua morbosità iniziale, prima della svolta narrativa che, volente o nolente, lascia lo spettatore inerme, impietrito, in totale empatia con la sofferenza del suo protagonista. VOTO 7,5

La stanza delle meraviglie: Todd Haynes racconta una sorta di favola moderna, in cui due ragazzini appartenenti a due epoche diverse condividono la stessa avventura e soprattutto lo stesso destino. La sua stanza delle meraviglie trasuda amore per il cinema (quello muto in particolare, in molte delle sue forme), per la magia del passato e per i tesori che incontriamo quotidianamente nella nostra vita. VOTO 6+

La truffa dei Logan: Soderbergh si autocita, girando una sorta di “Ocean’s Eleven” più rustico e caciarone ma altrettanto divertente, con personaggi decisamente sopra le righe (che cast!) e una scena in cui si cita “Game of Thrones” che fa sbellicare. Ottimo intrattenimento. VOTO 7-

Solo – a Star Wars Story: Ron Howard riesce nella sfida più difficile: far sembrare credibile il suo protagonista. Il resto è cibo per i fan di Star Wars e penso che possa andarci benissimo così. Voglio dire, ci sono Chewbecca, il Millennium Falcon e Lando Carlissian, quanto basta per acquistare un biglietto e volare al cinema. VOTO 7

Dogman: Garrone sfodera una pellicola di potenza e intensità rare, raccontando una periferia brutta, sporca e cattiva, tra l’abbaiare dei cani e le pozzanghere sui marciapiedi. Mi gioco un euro che riuscirà ad accaparrarsi una nomination ai prossimi Oscar. VOTO 7,5

Parigi a piedi nudi: Una dolce commedia romantica che strizza continuamente l’occhio a Jacques Tati e ai grandi del cinema muto, da Chaplin a Keaton. Un film leggero, allegro, pieno di vitalità: una vera e propria ventata d’aria fresca prima dell’arrivo della torrida estate. VOTO 6,5

str

Annunci