Recensione “Cloud Atlas” (2012)

“La nostra vita non ci appartiene. Dal grembo alla tomba, siamo legati agli altri. Passati e presenti. E da ogni crimine, da ogni gentilezza, generiamo il nostro futuro”. Le parole della “replicante” Sonmi sono il filo conduttore di un film ambizioso e complesso, lunghissimo (due ore e cinquanta minuti) ma potente, affascinante, avvolgente. Siamo tutti…