Recensione “Questione di tempo” (“About Time”, 2013)

Richard Curtis è un pasticcere del cinema: prepara torte, dolci, e confeziona i film che abbiamo voglia di vedere per sentirci un po’ più sollevati. Il suo segreto è nella scrittura: dalla penna di Richard Curtis nascono personaggi che sanno farci innamorare di loro, che vivono in un mondo in cui chiunque ha un briciolo…

Recensione “I love Radio Rock” (“The boat that rocked”, 2009)

Quando si tratta di commedie il termine capolavoro sembra sempre essere inappropriato, per quella comune tendenza a non definire tali quei film dove l’intrattenimento è uno dei doveri principali da assolvere. In quest’ottica parlare di capolavoro potrebbe sembrare fuori luogo, eppure all’ultimo film di Richard Curtis (che già aveva realizzato un piccolo miracolo con la…