Cannes 2014: tutti i film in concorso, l’Italia c’è

Al momento sono 18 i film della selezione ufficiale del Festival di Cannes, che aprirà le danze il 14 maggio e chiuderà il 25. Solo a leggere i nomi dei registi in concorso vengono i brividi: Ken Loach, Jean-Luc Godard, Olivier Assayas, David Cronenberg, Jean-Pierre e Luc Dardenne, Mike Leigh, Xavier Dolan, Nuri Bilge Ceylan, Tommy Lee Jones, Michel Hazanavicius e molti altri. A sorpresa c’è spazio anche per Alice Rohrwacher con il suo secondo lungometraggio, “Le meraviglie”. Non è meno interessante la sezione Un Certain Regard, che vede in concorso Mathieu Amalric, il film d’esordio di Ryan Gosling, Wim Wenders e l’ultimo film di Asia Argento, “Incompresa”. Quindi, a meno di sorprese (un paio di titoli potrebbero ancora essere aggiunti al concorso), nè Inarritu, nè Malick saranno sulla croisette, così come Woody Allen, Paul Thomas Anderson e Abel Ferrara. Occhio a “Coming Home” di Zhang Ymou, presentato fuori concorso, si parla già di capolavoro. Già dal manifesto, che omaggia l’Italia con una splendida immagine di Marcello Mastroianni, il Festival promette anche quest’anno di essere bellissimo.

Concorso
“Grace of Monaco” (Olivier Dahan)
“Adieu au langage” (Jean-Luc Godard)
“The Captive” (Atom Egoyan)
“Clouds of Sils Maria” (Olivier Assayas)
“Foxcatcher” (Bennett Miller)
“The Homesman” (Tommy Lee Jones)
“Jimmy’s Hall” (Ken Loach)
“La Meraviglie” (Alice Rohrwacher)
“Leviathan” (Andrei Zvyagintsev)
“Maps to the Stars” (David Cronenberg)
“Mommy” (Xavier Dolan)
“Mr. Turner” (Mike Leigh)
“Saint Laurent” (Bertrand Bonello)
“The Search” (Michel Hazanavicius)
“Still the Water” (Naomi Kawase)
“Two Days, One Night” (Jean-Pierre and Luc Dardenne)
“Wild Tales” (Damian Szifron)
“Winter Sleep” (Nuri Bilge Ceylan)

Fuori concorso
“Coming Home” (Zhang Yimou)
“How to Train Your Dragon 2”
“Les Gens du Monde” (Yves Jeuland)

Un Certain Regard
“Amour fou” (Jessica Hausner)
“Bird People” (Pascale Ferran)
“The Blue Room” (Mathieu Amalric)
“Charlie’s Country” (Rolf de Heer)
“Dohee-ya” (July Jung)
“Eleanor Rigby” (Ned Benson)
“Fantasia” (Wang Chao)
“Harcheck mi headro” (Keren Yedaya)
“Hermosa juventud” (Jaime Rosales)
“Incompresa” (Asia Argento)
“Jauja” (Lisandro Alonso)
“Lost River” (Ryan Gosling)
“Party Girl” (Marie Amachoukeli, Claire Burger and Samuel Theis)
“Run” (Philippe Lacote)
“The Salt of the Earth” (Wim Wenders and Juliano Ribeiro Salgado)
“Snow in Paradise” (Andrew Hulme)
“Titli” (Kanu Behl)
“Tourist” (Ruben Ostlund)

Annunci

Cannes 2014: i film che potrebbero essere al Festival

Il 17 aprile sapremo finalmente i titoli dei film che vedremo quest’anno alla 67° edizione del Festival di Cannes, che avrà luogo dal 14 al 25 maggio. Unica notizia certa riguarda il film d’apertura, ovvero “Grace di Monaco” di Olivier Dahan. Molti altri film stanno ultimando il montaggio e potrebbero essere tra i papabili in lista per il Festival: andiamo a vedere una selezione di titoli piuttosto interessanti, probabilmente non tutti saranno presenti sulla Croisette, ma di questo saremo certi soltanto il 17 aprile…

Big Eyes: Il nuovo film di Tim Burton, che è stato presidente di giuria soltanto due anni fa. Un ritorno del regista ad una pellicola totalmente indipendente, sulla quale ha avuto il controllo completo.

Birdman: Tra i titoli più probabili a Cannes, il nuovo lavoro di Alejandro Gonzalez Inarritu, una commedia su un attore che tenta di ritrovare la gloria perduta a Broadway, dopo essersi tolto i panni di un supereroe per il cinema.

Clouds of Sils Maria: Olivier Assayas probabilmente tornerà a Cannes, dopo esser stato a Venezia due anni fa con “Qualcosa nell’aria”. La storia di un’attrice e della sua assistente isolate in un paesino della Svizzera. Con Juliette Binoche e Kristen Stewart.

Coming Home: Il nuovo film del cinese Zhang Yimou, pluricandidato agli Oscar. Con Christian Bale.

Eden: Ultima fatica di Mia Hansen-Love, bravissima regista che aveva riscosso applausi (proprio a Cannes) con il drammatico “Il padre dei miei figli”. Questo film, con la grandiosa Greta Gerwig, segue la storia di un celebre dj francese degli anni 90.

Everything will be fine: Wim Wenders torna dopo “Pina”, ancora con il 3D. La storia di uno scrittore che perde il controllo dopo un incidente d’auto che ha provocato la morte di un ragazzo. Con James Franco.

Far from the madding crowd: Thomas Vinterberg potrebbe tornare a Cannes dopo il successo dello splendido “Il sospetto”, che proprio a Cannes vinse il premio per il miglior attore (a Mads Mikkelsen).

How to catch a monster: Vedremo a Cannes il primo film da regista di Ryan Gosling? C’è chi scommette di sì. Un fantasy incentrato su una madre single catapultata in un misterioso mondo sotterraneo.

Inherent Vice: Se riuscirà a terminare in tempo il montaggio, che va avanti dallo scorso autunno, il nuovo film di Paul Thomas Anderson sarà sicuramente sulla Croisette. Il cast è pazzesco, il film promette di essere uno dei migliori della stagione. Incrociamo le dita.

Jimmy’s Hall: Ken Loach è uno degli aficionados di Cannes, e anche quest’anno dovrebbe essere tra i film della selezione ufficiale.

Knights of Cup: Terrence Malick sta ultimando il montaggio di ben due film. Questo è quello che più probabilmente, se i termini saranno rispettati, riusciremo a vedere al Festival. La trama? Beato chi riesce a scoprirlo.

Magic in the moonlight: Il ritorno di Woody Allen in Francia dopo il successo di “Midnight in Paris”. Difficilmente sarà al Festival, ma il fatto che si svolga in Francia fa ben sperare in una presentazione a Cannes. Nel cast presenti Emma Stone e Colin Firth.

Maps to the stars: Quasi certa la presenza di quest’ultimo film di David Cronenberg al Festival. Si rinnova la collaborazione tra il regista e Robert Pattinson dopo “Cosmopolis”.

Nymphomaniac volume 2: La prima parte è stata presentata a Berlino, e anche se Von Trier è stato dichiarato “persona non grata” per le sale del Festival, è innegabile il fascino di un ritorno del regista danese sulla croisette, dove ha partecipato numerose volte in passato (e vinto con “Dancer in the dark”). Vedremo.

Two days, one night: I fratelli Dardenne a Cannes sono ormai di casa, avendo vinto la Palma d’Oro per ben due volte. Non sarebbe una grande sorpresa se il loro ultimo film, con Marion Cotillard, fosse presente nella selezione ufficiale.

Welcome to New York: Biopic di Abel Ferrara su Dominique Strauss-Kahn, economista francese ed ex capo del fondo monetario internazionale.

Winter Sleep: Il turco Nuri Bilge Ceylan già ha vinto a Cannes il gran premio della giuria per “C’era una volta in Anatolia”. Il regista turco, celebre per la meravigliosa fotografia delle sue pellicole, ha ottime possibilità di tornare al Festival.