Game of Thrones 8: Giù al Nord (Episodio 1)

Due anni fa, quando usciva la settima stagione de “Il trono di spade”, ero talmente preso dal ritorno di “Twin Peaks” che praticamente non me accorsi nemmeno (all’incirca). Poi la bella pensata di recuperare la serie, con le sue sette stagioni, tutta d’un fiato, subito dopo l’estate. Ora quindi mi ritrovo a dover fare le 4 del mattino per vedere in tempo reale la prima puntata dell’ottava e ultima stagione. Cose che succedono. Che puntata è stata? Lo sapremo qui sotto subito dopo questa introduzione, ultimo baluardo contro gli spoiler, che stanno arrivando…

Continua a leggere
Annunci

Oscar 2019 – La Diretta

Tutto pronto, o quasi, per la Novantunesima edizione della Notte degli Oscar. Chi si porterà a casa la statuetta? Come da tradizione Una Vita da Cinefilo seguirà la cerimonia in diretta (che in Italia verrà trasmessa su Sky e in chiaro su La8, in tv e in streaming): su questo post aggiornamenti in tempo reale con commenti, chiacchiere, battutine cretine, fotografie e tutto ciò che dovete sapere per seguire la serata. Se preferite, potete seguire la nostra diretta live anche su Twitter.

Continua a leggere

Recensione “La Fantastica Signora Maisel” (“The Marvelous Mrs. Maisel”, Stagione 1-2)

mrsmaisel

Un bel giorno mi arriva un messaggio da una delle mie fonti più attendibili: “Guardati la Signora Maisel su Prime, te ne innamorerai”. Una premessa del genere meritava curiosità e attenzione, e così, senza sapere neanche di cosa parlasse, ho cominciato a vederla. Pochi giorni fa ho finito la seconda stagione e ora provo quel tipico senso di abbandono che ti assale quando finisci una serie che hai amato: fortunatamente la terza stagione è già in cantiere, anche perché dopo i vari premi ricevuti sarebbe impossibile non mandarla avanti (su tutti i Golden Globe come migliore serie tv commedia e i due consecutivi alla strepitosa protagonista Rachel Brosnahan).

Continua a leggere

Tutti i finali di “Black Mirror: Bandersnatch”

Dopo aver visto e rivisto, e ancora rivisto, fino a provare tutti i percorsi, il film interattivo di Netflix, “Black Mirror: Bandersnatch”, ci troviamo di fronte ad un’ultima scelta: se definirlo “paraculo” o “geniale”. La verità è probabilmente nel mezzo: se da un lato può sembrare un divertente e a tratti ansiogeno esercizio di stile creato ad hoc per farci restare a bocca aperta, dall’altro i vari strati della storia e il fatto che il personaggio senta che c’è qualcuno che prende le decisioni al posto suo ci fa perdere all’interno di un labirinto che affascina e intriga. In questo film-gioco, che fa tanto pensare ai cari librigame che divoravamo negli anni 90 (ma ve lo ricordate quel capolavoro di “Lupo Solitario”?), siamo riusciti a contare ben undici finali più o meno differenti. Andiamo a “riviverli” insieme.

Continua a leggere

Buon Compleanno a Voi (Messaggio per i Lettori)

blog di cinema, migliori blog, recensioni, logo

Una Vita da Cinefilo nasce ufficialmente nel maggio del 2008, sull’ormai non più esistente piattaforma Splinder. Ai tempi era semplicemente un archivio personale di articoli scritti per altre testate. Tuttavia la sua vera vita è cominciata il 1° dicembre del 2011, sul blog su cui vi trovate in questo momento e, nonostante a maggio sia stato il suo decennale, a noi piace festeggiare l’anniversario in questa data, perché è qui su WordPress che Una Vita da Cinefilo ha preso la sua forma reale, ha smesso di essere un contenitore per diventare un blog vero e proprio, con articoli tutti suoi e tutto ciò che potete constatare quotidianamente.

Continua a leggere

Recensione “La Ballata di Buster Scruggs” (“The Ballad of Buster Scruggs”, 2018)

Sei episodi, sei capitoli, sei racconti di un epico libro western, storie di uomini, storie di frontiera americana. Non è un caso che la prima inquadratura del primo spezzone sia una panoramica sulla Monument Valley, mitico set dei western di John Ford, icona del cinema statunitense nonché simbolo del mito della frontiera. Probabilmente non è neanche un caso che gli episodi siano sei, come i proiettili di una Colt, colpi che esploderanno più volte lungo i capitoli del film.

Continua a leggere

Recensione “Hill House” (“The Haunting of Hill House”, 2018)

the-haunting-of-hill-house-copertina

Quando si parla di cinema, sulle case infestate si può dire di tutto e di più. Un po’ meno si può dire quando si parla di serie tv: a colmare questo buco ci ha pensato l’ultima arrivata in casa Netflix, “Hill House”. Dieci episodi piuttosto intensi, in cui i fantasmi interiori dei membri della famiglia Crain aleggiano indisturbati in ogni scena, contribuendo in maniera sostanziosa al livello di pathos e disagio che subiamo e viviamo puntata dopo puntata. Vagamente ispirato da un romanzo del 1959 (“L’incubo di Hill House”), lo show di Mike Flanagan ha ritmo, scrittura, gode di alcune scene assolutamente memorabili e non regala risposte se non nelle ultime due puntate.

Continua a leggere