CAPITOLO 78 – UNA VITA DA CINEFILO

Rai4 sta diventando ufficialmente il mio canale televisivo preferito (nonché l’unico che guardo…): quasi ogni notte passano dei film che obbligano alla visione, costringendomi ormai ad un fuso orario da vampiro. Questa settimana poco cinema in sala, non per colpa nostra, ma ci rifaremo la settimana prossima.

BOYS DON’T CRY (1999): Non avevo mai visto questo film, ci sono caduto accendendo (come quasi ogni notte) il televisore su Rai4. Sapevo dell’Oscar a Hilary Swank e così ho pensato che se non l’avessi visto questa volta non l’avrei visto mai più (forse non è vero, ma è un ottimo metodo di autoconvincimento..!). Un bel film, abbastanza forte, ma molto interessante.

L’ALBA DEI MORTI DEMENTI (2004): Un film geniale. Tarantino disse a proposito che si trattava non solo del miglior film dell’anno, ma di tutti gli anni a venire! Certo, un’esagerazione, ma è comunque una parodia irresistibile degli horror di George Romero, gli zombi non sono mai stati tanto demenziali e Simon Pegg è un grande. Scene cult a non finire, va visto, è divertentissimo. Grazie ancora a Rai4 per la programmazione…

RACCONTI DELL’ETÀ DELL’ORO (2009): Unico film al cinema di questa settimana. Film bizzarro e curioso: alcuni registi romeni hanno raccolto cinque leggende metropolitane che circolavano in Romania durante il regime di Ceausescu e le hanno trasformate in questo film ad episodi. Alcune cose funzionano, altre no, ma il film è godibile, racconta una cultura con un occhio un po’ critico ma anche un po’ scanzonato, e questo è il suo punto di forza. Il finale del primo episodio con tutto il paese sulla giostra è una meraviglia, il punto più alto di tutta la pellicola.

SIDEWAYS (2004): A questo capolavoro è legata una delle esperienze cinematografiche più divertenti della mia vita (da cinefilo, ma non solo). Mi domando perché un film così divertente e intelligente sia costretto a passare in televisione alle 2.47 del mattino, invece di essere proposto in prima serata al posto di tanti obbrobri di casa nostra… Ci vorrebbe proprio un bicchiere di vino, per non pensarci.

pubblicato su Livecity

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, UVDC Rubrica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a CAPITOLO 78 – UNA VITA DA CINEFILO

  1. MonsierVerdoux ha detto:

    sideways..che bel film! ne rimasi positivamente colpito! grandissimi giamatti ed hayden church

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...