(GIORNO 9) ROME FILM FEST 2010: TRIONFA “KILL ME PLEASE”!

E anche la quinta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma appartiene ormai al passato, e alla galleria di ricordi che inevitabilmente si andranno a sommare a quelli delle precedenti edizioni. Siamo fieri di aver indovinato il film vincitore per il secondo anno consecutivo: la giuria internazionale composta da Sergio Castellitto, Natalia Aspesi, Ulu Grosbard, Patrick McGrath, Edgar Reitz e Olga Sviblova ha infatti assegnato il Marc’Aurelio d’oro come miglior film al grottesco “Kill Me Please”, il nostro favorito e una delle proposte più interessanti e originali offerte dal Festival di Roma in questa edizione. Il film di Olias Barco ha messo d’accordo la critica, grazie alla sua ironia cinica e grottesca, il suo stile e i suoi interpreti favolosi (l’attrice Zazie de Paris è senza dubbio il personaggio più memorabile del Festival).

Gli altri premi: Gran Premio della Giuria a “Haevnen – In a better world” di Susanne Bier, che ha conquistato anche il premio del pubblico; Premio speciale della Giuria a “Poll”, il migliore attore (come da noi pronosticato, ma era facile) è Toni Servillo, il premio per la migliore attrice è invece andato a tutto il cast femminile di “Las Buenas Hierbas”. La giuria ha infine assegnato la targa speciale del Presidente della Repubblica Italiana (per il film che meglio ha messo in rilievo i valori sociali e umani) all’iraniano “Dog Sweat”.

Per quanto riguarda la categoria Extra, la più amata del Festival (e non a caso “Kill Me Please“ è stato definito un film “da Extra“), il premio per il migliore documentario è andato a “De Regenmakers”. Il premio per il miglior film d’esordio è andato a “Hold om mig”, mentre il Marc’Aurelio di Alice della Città è stato assegnato a “I Want to be a soldier” (giuria sotto i 12 anni) e a “Adem” (giuria sopra i 12 anni).Il Festival si conclude qui, è stata un’edizione senza dubbio interessante, che ha proposto diverse pellicole di qualità e soprattutto regalato una settimana di respiro internazionale all’insegna del cinema indipendente e di quel cinema che in un certo senso possiamo definire giovane, composto da esordienti o emergenti. La vittoria di “Kill Me Please” è uno splendido segnale per il cinema: un film non ordinario, una commedia nera per giunta, vincitore ideale per dimostrare che questo è un festival che ha coraggio. Dall’Auditorium è tutto, al prossimo anno.

pubblicato su Livecity

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Festival Roma. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...