Recensione “Castlevania” (2017)

Nel 1989 la Konami, nota casa produttrice di videogiochi, lancia sul mercato un nuovo platform basato sulle avventure di un eroe alle prese con vampiri, demoni e mostri di vario genere. In breve tempo diventa un classico. Quasi trent’anni dopo Netflix realizza una mini-serie animata ispirata a quel videogame di culto, una serie d’animazione destinata ad un pubblico adulto: nelle sue quattro puntate da venti minuti non mancano arti mozzati, schizzi di sangue, occhi strappati dalle orbite e altre scene per stomaci forti. Il suo difetto è probabilmente che è troppo breve: quattro puntate non sono abbastanza per approfondire a dovere personaggi e situazioni (forse sarebbe stato meglio realizzare direttamente un film da un’ora e mezza?). La buona notizia è che Netflix ha già annunciato una seconda stagione composta da otto episodi.

Il Conte Vlad Dracula, dopo che sua moglie è stata bruciata in piazza con l’accusa infondata di stregoneria, concede al popolo della Valacchia un anno di tempo per fuggire dalla regione, prima di scatenare un esercito di demoni che ucciderà tutti gli uomini presenti sul posto allo scopo di vendicare la morte della sua donna. La Chiesa non crede alle minacce del Conte e, un anno dopo, il clero è costretto ad assistere impotente all’uccisione di centinaia di abitanti. Le colpe ricadranno ingiustamente su un gruppo ristretto di filosofi, i Parlatori, che avranno però dalla loro parte il coraggioso Trevor Belmont, discendente di una famiglia di cacciatori di demoni, pronto a tutto pur di fermare l’esercito infernale e soprattutto l’ipocrisia della Chiesa.

La serie cattura sin da subito: è irriverente, appassionante, quasi spiazzante nella sua spettacolarizzazione della violenza. L’ambientazione è interessante, dettagliata, ma il punto forte sono indubbiamente le scene d’azione: Belmont è il tipico antieroe solitario, vizioso, ma puro di cuore e pieno di coraggio. La sua frusta e la piccola spada saranno l’unico baluardo tra le forze del male e la morte di tanti innocenti. Ma un aiuto in più potrebbe arrivare dalla sapienza dei Parlatori e soprattutto da un alleato impensabile, il figlio di Dracula: vedremo nella seconda stagione se le premesse gettate in questi primi episodi avranno il seguito che meritano. Per il momento, un grande pericolo continuerà a minacciare la Valacchia…

castlevania

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Recensioni Film, serie tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...