Festival di Roma 2011 (Giorno 4): Una domenica di code e di vampiri

Le nostre orecchie sono finalmente al sicuro, dopo le urla e i gridolini di oggi pomeriggio scatenati dalla passerella di Riccardo Scamarcio (al Festival per il duetto con Sergio Rubini) e soprattutto di alcuni protagonisti del nuovo episodio di "Twilight", ormai presente ogni anno qui al Festival con un'anteprima di venti minuti. Un'orda barbarica di minorenni che ogni volta contribuisce all'arricchimento dell'industria di apparecchi acustici, visto la mole di timpani disintegrati durante i tappeti rossi dei loro beniamini vampireschi (o licantropi che siano). A parte ciò è stata una giornata un po' povera di proiezioni: i film di maggior richiamo sono stati presentati in serata, entrambi francesi: "Mon Pire Cauchemare", commedia francese fuori concorso con Isabelle Huppert protagonista, e l’intricato film in concorso "La femme du cinquieme", con Kristin Scott Thomas e Ethan Hawke, entrambi presenti al Festival.

Un po’ di ressa questo pomeriggio per due proiezioni della sezione Extra, che ormai richiama spettatori come fosse miele per gli orsi: “From the sky down”, documentario sulla creazione dell’album berlinese degli U2 (“Achtung Baby”), già presentato venerdì scorso, ma che oggi ha visto code come non se ne vedono neanche sulle autostrade prima di Ferragosto. Una lunga fila di persone con il pass che hanno dovuto rinunciare alla proiezione vista la mole inaspettata di biglietti venduti. Ed è anche questo il bello del Festival: le lunghe code ai botteghini regalano ottimismo. Personalmente a noi piace l’idea di tutte queste persone disposte a fare file e pagare dai 5 ai 25 euro per un film del quale probabilmente non hanno mai sentito parlare. È una dimostrazione che il Festival piace, e che alla gente piace frequentarlo. Problemi simili anche per la proiezione di “Locos”, che ha estromesso decine di giornalisti accreditati (anche se qui c’è stata qualche polemica visto che la sala non aveva registrato il tutto esaurito).

Domani ultimo giorno di ottobre con l’anteprima di alcune scene dell’ultimo film di Martin Scorsese, “Hugo Cabret” e la proiezione della copia restaurata dell’indimenticabile “Voyage dans la lune” di George Melies. Per quanto riguarda il concorso arrivano domani “Magic Valley”, statunitense, e soprattutto “Babycall”, con la protagonista Noomi Rapace (“Uomini che odiano le donne”). E a mezzanotte, per festeggiare Halloween, lezione di horror con James Wan, l’inventore della saga di “Saw”, che presenterà il suo ultimo film “Insidious”. C’è chi dice che quest’anno è un Festival sottotono (ma in fondo lo dicono tutti gli anni): vista l’ottima qualità dei film proposti noi non siamo assolutamente d’accordo.

pubblicato su Livecity

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Festival Roma. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...