Torna Visionär, il Festival del Nuovo Cinema

banner_auteurs_maiu-1

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, alla sua prima edizione, Visionär Film Festival torna e raddoppia: più film, più sale cinematografiche, una nuova sezione e molte altre novità. Di questi tempi, dove la cultura e l’arte sembrano avere sempre meno spazio, lo sviluppo e il successo di un nuovo festival cinematografico vanno accolti con entusiasmo e partecipazione. Anche per questo abbiamo deciso, già dallo scorso anno, di abbracciare Visionär, un festival di cinema per talenti emergenti che si svolge a Berlino dal 2 al 7 maggio 2018.

Dopo un anno di ricerche cinematografiche, Visionär Film Festival torna con una selezione di nuovi e promettenti autori provenienti da tutto il mondo. Il Festival presenta 9 opere prime e seconde inedite a Berlino o in Germania, 22 cortometraggi realizzati da registi berlinesi o residenti a Berlino e due film fuori concorso, tra cui l’omaggio ad Agnès Varda. Visionär si svolgerà in diversi cinema e quartieri della città: City Kino Wedding, Il Kino (Neukölln) e ACUDkino (Mitte).

Il Festival, fondato e curato dalla giornalista italiana Francesca Vantaggiato, si propone di offrire uno spazio culturale di respiro internazionale a giovani artisti, contribuendo a creare un dialogo interculturale e multidisciplinare tra registi e diversi attori culturali. I film proposti testimoniano un audace, originale e visionario debutto nel lungometraggio, spesso affrontano tematiche socio-politiche attuali dei vari Paesi conviventi nella Germania contemporanea, fornendo pertanto un confronto e dialogo tra diverse prospettive culturali e contribuendo all’elaborazione di un affresco complesso e poliedrico delle questioni di più scottante attualità.

Oltre alla selezione principale e competitiva, quest’anno Visionär presenta una selezione di cortometraggi realizzati da giovani registi berlinesi. Alcuni di essi sono stati scelti dalla produzione della DFFB, una delle scuole di cinema più importanti della città, altri selezionati tramite una Open Call. Con questa nuova sezione, Visionär vuole rinforzare la connessione con la scena locale, favorire l’incontro tra artisti di diverse discipline e offrire loro una piattaforma di scambio.

Visionär apre le danze con un omaggio ad una grande regista recentemente premiata con l’Oscar alla carriera: Agnès Varda. Il 2 maggio sarà proiettato uno dei suoi capolavori, “Cleo from 5 to 7”, un ritratto in tempo reale di una cantante (Corinne Marchand) che attende i risultati di una biopsia nella Parigi degli anni ‘60. Questa cronaca della vita di Cléo è un vivace mix di cinema vérité e dramma, con la colonna sonora di Michel Legrand (“Les parapluies de Cherbourg”) e i cammei di Jean-Luc Godard e Anna Karina. Gli storici del cinema hanno citato il lavoro di Varda come centrale per lo sviluppo del movimento cinematografico francese della Nouvelle Vague.

Per quanto riguarda i film in concorso, sarà la giuria composta da Marion Wörle (musicista e grafica tedesca), Lukas Valenta Rinner (regista austriaco e vincitore dell’Audience Award alla prima edizione di Visionär Film Festival) Christos Acrivulis (italiano, fondatore della casa di distribuzione missingFILMs) a giudicare le 9 pellicole provenienti da India, Slovenia, Belgio, Spagna, Francia, Germania, Brasile, Costa Rica, USA.

cleo_08-1024x707

Film
Azougue Nazaré, di Tiago Melo (Brasile, 2018)
La fleuriere (The Flower Shop), di Ruben Desiere (Belgio-Slovacchia, 2018)
Medea, di Alexandra Latishev Salazar (Costa Rica-Cile-Argentina, 2017)
Noble Earth, di Ursula Grisham (USA, 2017)
The Family, di Rok Bicek (Slovenia-Austria, 2017)
Julia ist di Elena Martín (Spagna, 2017)
Juze, di Miransha Naik (India-Regno Unito-Francia-Olanda, 2017)
Le parc (The Park), di Damien Manivel (Francia, 2016)
Park, di Sofia Exarchou (Grecia-Polonia, 2016)

Film fuori concorso
Sarah Plays a Werewolf (Sarah joue un loup-garou), di Kathrina Wyss (Svizzera, Germania, 2017)

Cortometraggi selezionati
A MOMENT AT GRANDMA’S (ein moment bei unserer großmutter) di Jannis Alexander Kiefer
ALEX AND SASHA di Marvin Meiendresch
ALYHA LOVE di Savio Debernardis
ANDERSWO (ELSEWHERE) di Adrian Figueroa
CAMERA THREAT di Bernd Lützeler
COPYSHOP di Jakob Grunert
DEMIAN di Marc Sebastian Eils
ELISA di Kristina Shtubert
ETAGE X di Francy Fabritz
EXIT di Katharina Woll
HOMEWORK by Annika Pinske
MITARBEITER DES MONATS (EMPLOYEE OF THE MONTH) di Caroline Schwarz
P di Marcus Hanisch
PASSING di Paula Ďurinová
PURE WHITE di Sven Windszus
SAFT di Daniel Sánchez López
SECOND CHANCE di Soran Ahmed
SWIMMING IN GOLD di Thomas Pagliaro
THE UNCERTAINTY OF ABRAHAM (ABRAHAMS UNSCHÄRFE) di Tonio Hecker
TOM SCHÄFER di Gerald Sommerauer
WAS WIR WISSEN (WHAT WE KNOW) di Lotta Schwerk
YOU’RE WELCOME di Rebecca Panian

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.