Recensione “Pinocchio” (2019)

Dopo “Il Racconto dei Racconti” Matteo Garrone trova la consacrazione come nuovo Re del fantasy all’italiana: un genere che tradizionalmente non appartiene al nostro cinema, ma che, grazie al lavoro del regista romano, sta acquisendo sempre più credibilità, in questo caso anche per merito di una delle storie più amate della nostra letteratura per ragazzi: “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi.

Oggettivamente è un film bellissimo: il cast è perfetto (non avrei mai pensato che Roberto Benigni sarebbe stato un Geppetto così dolce e in parte), gli effetti speciali sono strepitosi e a livello visivo è davvero un film esaltante. Se gli si può trovare un difetto ho trovato le vicende un po’ troppo sbrigative, come se si avesse fretta di passare alla scena successiva: due ore probabilmente non sono in grado di contenere pienamente tutte le sfumature delle vicende che accadono al burattino di legno più famoso del mondo. D’altra parte è tutto così ben realizzato che nel mondo creato da Garrone ci si potrebbe perdere, sia con gli occhi che con il sentimento (in cui spicca senza dubbio la scena di Mangiafuoco, reso umano e memorabile da un grandioso Gigi Proietti).

Soggettivamente è una questione ben diversa: conosco la storia di Pinocchio da più di 30 anni, l’ho vista e rivista in tutte le salse e, anche se questa è probabilmente la versione più bella (almeno a livello visivo), per me è difficile riuscire ad emozionarmi ancora con una storia che sin dall’infanzia mi è stata riproposta in ogni fase della vita, dalla Disney a Comencini, Benigni e ora Garrone. Se non vi siete inariditi come me, buon per voi, quest’ultima versione di Pinocchio merita la vostra meraviglia.

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.