GIORNO 5 – UNA VITA DA CINEFILO (SPECIALE ROME FILM FEST)

Quinto giorno al Festival di Roma: dopo gli scoppiettanti appuntamenti del weekend la settimana è ripresa in sordina, lasciando spazio ai film piuttosto che ai grandi personaggi. Altri quattro film quest’oggi (quota 18), e cominciano a uscire fuori delle pellicole meravigliose. In tutto ciò ho anche rivisto una quarantina di minuti de “Le Concert” e sono sempre più convinto che si tratti del film migliore di questa quarta edizione. Nella giornata di domani altri tre film per il sottoscritto (due dei quali in concorso), ma la notizia è che domattina si dorme.

LANG ZAI JI [Fuori Concorso]: Mi aspettavo molto da questo film di Tian Zhuangzhuang e invece è stato davvero una delusione. Duemila anni fa un comandante dell’esercito cinese in missione per sottomettere le tribù ribelli, si imbatte in una splendida donna, che dice di essere un lupo. Lui giustamente si “allupa”, perché la ragazza è l’incantevole Maggie Q, ma succede davvero poco altro. Noia a palate, nonostante tecnicamente sia un film valido. Ma la tecnica non è tutto, come ci insegnano i capolavori della sezione “L’Altro Cinema/Extra”.

BUNNY AND THE BULL [L’Altro Cinema/Extra]: “Il primo road movie girato interamente in un appartamento”. Così recita la descrizione del film sul programma del Festival, ed è la frase che mi ha convinto a vederlo. Si tratta di un film inglese meraviglioso, il regista sembra essere Michel Gondry (per il suo stile il film sembra davvero un parto della mente del regista francese), ma invece è un certo Paul King, un uomo geniale del quale spero sentirete parlare anche voi. Il protagonista non esce di casa da un anno, e comincia a ripercorrere nella sua mente i momenti del suo viaggio in Europa con l’amico Bunny. Una geniale follia delirante e stravagante, colma di amore, timidezza e risate. Un appello ai distributori italiani: non fatevelo scappare.

BANCS PUBLICS [L’Altro Cinema/Extra]: Un’altra perla cinematografica, stavolta proveniente dalla Francia e dalla mente ironica di Bruno Podalydès. Su un palazzo parigino compare uno striscione con su scritto “Uomo solo”. Una richiesta d’aiuto, uno scherzo, un’idea pubblicitaria o cosa? I personaggi del film si interrogano tra uffici, un giardino pubblico e un esilarante negozio di bricolage, in una pellicola corale dove lasciano la loro impronta più di 80 attori, molti dei quali volti noti del cinema d’oltralpe (Catherine Deneuve e Mathieu Amalric, giusto per citarne un paio). Una commedia leggera e divertentissima, ricca di gag a ripetizione, imperdibile. In Francia è uscito in sala a luglio, in Italia chissà? Speriamo solo che arrivi anche da noi, per ora ce lo siamo goduto al Festival.

ALZA LA TESTA [Concorso]: Non mi aspettavo molto da questo film, forse a causa di alcuni commenti negativi che ha sentito aleggiare tra i corridoi dell’Auditorium, invece sono rimasto moderatamente soddisfatto, con picchi di grande partecipazione soprattutto per quel che riguarda la parte centrale del film (ma anche la prima mezzora devo dire che è convincente). Il resto è molto particolare, c’è minore intensità ma ad ogni modo funziona. Sergio Castellitto dedica la sua vita agli allenamenti di boxe del figlio Lorenzo, convinto di avere in casa un campione che possa riscattare la sua vita di fallimenti. Ma una svolta inaspettata porterà il protagonista a cercare se stesso e soprattutto un senso a ciò che lo circonda. Bravo Castellitto, questo è il suo classico ruolo, come sempre lo sa fare benissimo.

pubblicato su Livecity

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Festival Roma, Speciali, UVDC Rubrica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...