Recensione “Fright night” (2011)

Non è mai facile per un remake fare i conti con il suo predecessore, specie se si tratta di un cult degli indimenticabili anni 80, probabilmente il decennio con i migliori film per ragazzi dell’intera storia del cinema. Sono passati oltre 25 anni da “Ammazzavampiri” di Tom Holland, memorabile film di paura, come si diceva una volta, in cui il registro ironico correva di pari passo con quello horror. La versione di Craig Gillespie parte in sordina, si prende volutamente poco sul serio, imponendosi con l’andare dei minuti grazie ad alcune situazioni grottesche che trovano il culmine nella spassosa resa dei conti finale, in cui a rubare la scena è la rivelazione David Tennant, nella parte del ciarlatano mago-attore di Las Vegas Peter Vincent.

Nella casa accanto a quella del giovane Charlie arriva il misterioso Jerry: nonostante lo scetticismo iniziale, Charlie si convince ben presto che il suo nuovo vicino di casa è un vampiro. Una volta venuto a conoscenza della verità, la vita del ragazzo è costantemente minacciata da Jerry, che sembra voglia mettere a tacere per sempre il protagonista e la sua ragazza Amy. I due ragazzi si rivolgono così ad un mago da strapazzo, che millanta di essere un vero ammazzavampiri: Peter Vincent. Insieme cercheranno di metter fine alla battaglia contro Jerry e la sua armata di vampiri.

Inizialmente è spiazzante trovarsi di fronte un horror in cui sono più le risate che gli spaventi, ma con il passare dei minuti si capisce che è questa l’impronta voluta da Gillespie, che ha voluto tenere fede al film originale, fornendoci con Colin Farrell l’ennesima variazione sul tema dei vampiri. Gli scontri nella casa di Vincent prima e nell’antro di Jerry poi forse valgono da soli il prezzo del biglietto (anche se il 3D costa di più), soprattutto la colorita esclamazione dello spazientito David Tennant, dopo aver allontanato l’ennesimo attacco di un vampiro: «E vaffanculo!». Una di quelle frasi un po’ da gradasso che amavamo sentire nei film degli anni 80, e che “Fright Night” regala in grande quantità, facendoci tornare ragazzi per un paio d’ore, quando da piccoli sognavamo anche noi di ammazzare vampiri in giro per il nostro quartiere.

fright_night

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Anteprime, Cinema, Recensioni Film e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Recensione “Fright night” (2011)

  1. paveloescobar ha detto:

    Quindi sostanzialmente è un remake all'altezza del mitico film del 1985?
    Probabilmente lo vedrò, anche se francamente sta storia del 3d inizia ad essere seccante…o si può vedere anche in 2d?
    Io ho anche ho visto il seguito del 1988, purtroppo non all'altezza del suo predecessore……tu l'hai visto?
    Ciao! 

  2. Lessio ha detto:

    è molto diverso, ma come mi sono divertito nel film originale mi sono divertito anche qui. ammazzavampiri 2 mi sa che non l'ho visto, ma non ricordo…

    il 3D lo odio, non so se si troverà anche in 2D, ma è difficile..

  3. paveloescobar ha detto:

    Ah ok!
    Senti ma questo film per esempio è stato girato in 2d  e poi convertito in 3d come nel caso di "Alice in Wonderland"?
    E gli altri come Conan il barbaro?
    Insomma se i film posso vederli solo in 3d non vado più al cinema dato che partono 3-4 euro in più…….
    Ciao!

    Ps il film del 1988, il seguito di Ammazzavampiri, non è un granchè, più o meno è il pensiero di tutti….non è un film che hanno dato spesso in tv…..

  4. Lessio ha detto:

    credo sia stato girato in 3D, ma dici bene: il punto è che se uno deve spendere 10 euro per vedere un film al cinema, io neanche me la sento di consigliare film come questo. per quanto sia divertente e piacevole, 10 euro sono decisamente troppi per un film.
    personalmente boicotto questa tecnologia inutile, non mi vedrete mai andare al cinema in una sala con il 3D..!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...