Recensione “Love Me!” (“Liebe Mich”, 2014)

Come ben sapete da queste parti il cinema indipendente, ed il genere mumblecore in particolare, gode di una stima pressoché inossidabile. Sarà colpa di Richard Linklater, di Woody Allen o forse di Truffaut, ma ogni volta che vedo un film di questo genere, girato fuori dagli studios, con magari un ragazzo o una ragazza alla ricerca di un posto nel mondo, beh, io vado fuori di testa. Ne sono attratto come una calamita e, quel che peggio, ogni volta innesca in me la stessa sensazione: prendere la videocamera, qualche giovane attore e andare in strada a girare un film. Il tedesco “Love Me”, debutto cinematografico di Philipp Eichholtz, pur non appartenendo al “Berlin Mumblecore Movement”, porta comunque in sé tantissimi elementi di questo genere nato negli States, fonte di ispirazione per molte correnti simili in Europa.

Sarah ha vent’anni: è impulsiva, ribelle, sboccata, esageratamente spontanea, ma soprattutto è molto sola. Reduce da una disastrosa notte d’amore con il suo migliore amico, Sarah combina un disastro dopo l’altro nel tentativo di dimostrare a suo padre e se stessa di potersi realizzare sia da un punto di vista professionale che da quello sentimentale, anche se non è facile trovare qualcuno capace di scendere a compromessi con il suo carattere complicato. L’incontro con il quieto Oliver porta un po’ di equilibrio, ma Sarah dovrà lavorare ancora molto su se stessa, prima di capire cosa fare della sua vita.

Dialoghi improvvisati, citazioni cinefile ma soprattutto emozioni non mascherate rendono questa opera prima una pellicola sincera, imperfetta sotto molti punti di vista, ma per questo più umana e probabilmente reale. Berlino, lontanissima dai suoi cliché, è la cornice meravigliosa nella quale si svolgono le vicende dei protagonisti, accarezzati da una colonna sonora lieve e mai invadente. Non sarà un film eccezionale ma, diamine, avercene di pellicole così. Imperfetto nella sua onestà, mi manda a dormire con un sorriso e con una voglia incredibile di raccontare storie: tranquilli, domani mi passa.

love_me

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Recensioni Film e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...