Festa del Cinema di Roma 2018 – Giorno 10

Notti-magiche

Ultimo giorno di Festa del Cinema. Tutto appare malinconico: il lungotevere deserto del sabato mattina è meno ridente rispetto ad una settimana fa, all’Auditorium, immerso nella sonnolenza mattutina, tutto tace. Si entra in Sala Sinopoli per l’ultima proiezione di questa edizione e si chiacchiera, si approfitta fino all’ultimo per scambiarsi idee, commenti e aneddoti. Durante i giorni di festival sono tutti troppo impegnati a lavorare e a scrivere per trovare il tempo di dirsi due parole, ma oggi gli animi si rilassano, i tempi si dilatano e c’è spazio per i saluti e un po’ di socialità fuori dai social, bestia rara.

Per la chiusura di questa tredicesima edizione si punta su un nome sicuro, una garanzia di qualità e intrattenimento: Paolo Virzì. Le sue “Notti Magiche” sembrano una favola a tinte nere in cui il cinema si nutre di se stesso, dove l’errore dal dischetto di Aldo Serena non è la cosa peggiore che può capitare. Il racconto si svolge parallelamente al Mondiale di Italia 90, dalla partita inaugurale Argentina-Camerun, giorno in cui i tre protagonisti si incontrano e si conoscono, fino alla già citata semifinale Italia-Argentina, in cui la voce di Bruno Pizzul non è altro che rumore di fondo di fronte alla grandezza degli eventi che avvolge il mondo dei tre giovani ed ingenui protagonisti. C’è un omicidio, un’indagine frizzante basata sulle testimonianze leggere e sbalordite di tre personaggi in cerca d’autore (o meglio, di un produttore). Intorno a loro la crema, forse scaduta, della scena cinematografica romana, tra venditori di fumo, sceneggiatori schiavisti e registi isolati. Quello di Virzì è un buon film, di certo non ai livelli dei suoi titoli di grande successo, ma il buon Paolo ha entusiasmo e passione, cosa che si avverte nel film, mentre Bennato e la Nannini cantano a squarciagola e Totò Schillaci la insacca con opportunismo.

Tempo di bilanci dunque. Come nella migliore delle tradizioni a vincere il Premio del Pubblico è un film che non ho visto: “Il vizio della speranza” di Edoardo De Angelis. Per quanto mi riguarda i vincitori sono tre: “The Old Man & The Gun”, “Fahrenheit 11/9” e “Green Book”, anche se ancora devo decidere l’ordine. Sono probabilmente gli unici tre film ad avermi suscitato quel qualcosa in più, che sia un’emozione o la semplice impressione di trovarmi davanti a Cinema con la lettera maiuscola, per quanto a questa edizione della Festa sia mancato il capolavoro da ricordare negli anni, il film da portare nel cuore e da custodire là dentro per qualche mese.

Cosa ricorderò di questa edizione numero 13? Al di là dei film, poco altro. Certamente quel pazzo pomeriggio in fila per Martin Scorsese, memorabile per molti versi (ve ne ho parlato nel Giorno 5 di questo diario), qualche foto, i minuti di applausi a Michael Moore. La finale Mondiale di pallavolo femminile in sala stampa forse, ma qui la Festa del Cinema c’entra poco. Altro? Diamine, no. Avrei voluto più tempo da passare all’Auditorium, avrei voluto avere la possibilità di vedere più film, di ammirare più retrospettive, di ascoltare più conferenze stampa. Ma penso anche che da domani si potrà nuovamente dormire, mangiare a casa, evitare i mezzi pubblici all’ora di punta o il traffico di una città magnifica seppur decadente. Ed è così che se ne va un’altra Festa del Cinema, lasciandoci con la solita fase di stress post traumatico, con quel bisogno di cinema, di sala cinematografica, circondato da centinaia di persone che parlano la tua stessa lingua. Torni così alla tua vita, che ti piace, al tuo lavoro, che ami, con la consapevolezza di aver vissuto per dieci giorni in una dimensione parallela, mischiandoti come un impostore ai giornalisti veri o a chi vive di questo, facendo finta, per qualche giorno, di fare uno dei lavori più belli del mondo.
Spero con questo diario di esser riuscito a farvi respirare un po’ la stessa aria che mi è entrata nei polmoni in questi dieci giorni. Imbambolato davanti allo schermo del computer, sto già aspettando il programma del prossimo anno.

Notti-Magiche-2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.