Recensione “Un giorno all’improvviso” (2018)

Poche cose mi danno soddisfazione come quando mi trovo davanti ad un esordio cinematografico così ben realizzato, ispirato, girato benissimo e con degli interpreti straordinari. Ancor più bello è quando l’esordio in questione è quello di un regista italiano, in questo caso Ciro D’Emilio, classe 1986, che regala una boccata d’aria fresca ad una cinematografia spesso troppo concentrata nel raccontare le vite dei piani alti della borghesia romana o al contrario quelle di disperati costretti alla criminalità. Il regista è bravo ad allontanarsi dagli scivoloni dei cliché, scegliendo di raccontare una storia d’amore tra madre e figlio, di passione, di vite sì difficili ma al tempo stesso piene di sorrisi.

Antonio vive in un paesino della provincia campana con sua madre Miriam, che ama più di ogni altra cosa, circondato da un paio di amici che condividono con lui esperienze e aspirazioni. Suo padre ha lasciato la famiglia in seguito alla nascita del ragazzo, per questo Antonio è l’unico a prendersi cura della madre, dolcissima ma psicologicamente fragile, ancora innamorata del suo ex. Un giorno ad Antonio viene proposta l’occasione della vita, quella che può far svoltare il suo destino e dare a lui e a sua madre una nuova occasione per essere felici.

Non è un caso che il titolo sia un omaggio ad un bellissimo coro dei tifosi del Napoli: il calcio è un elemento importante del film (tra l’altro raramente al cinema si sono viste fasi di gioco girate in maniera così credibile), non è solo uno sport, è aggregazione e amicizia, è via di fuga e speranza, forse salvezza. Tuttavia il film non sarebbe stato così bello senza una “top player” come Anna Foglietta (Miriam) e un manipolo di ragazzi davvero incredibili (tra cui lo strepitoso protagonista, Giampiero De Concilio), che sembrano avere negli occhi tutto il peso di quella provincia che può essere bellissima quanto difficile. “Un giorno all’improvviso” è sorprendente proprio per la sua maturità, sia nella scrittura che nella messa in scena. Avercene di esordi così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.