“Film People”: svelate le prime 15 immagini del progetto fotografico

Come avevamo già annunciato la settimana scorsa, è partito il progetto fotografico “Film People”, che unisce le persone ritratte al titolo del loro film preferito. Una Vita da Cinefilo è media partner del progetto e vi terrà aggiornati sulle novità principali riguardante la serie del fotografo romano Alessio Trerotoli. Ecco le prime 15 immagini e vi ricordo che se vivete a Roma e volete partecipare, potete iscrivervi qui: Film People.

Continua a leggere

Capitolo 260

Ad un passo dalla primavera, finalmente. Marzo come da tradizione è un mese un po’ pazzo, ho praticamente disertato i cinema (non dovrei dirlo!), anche se conto di recuperare qualcosa domani che è mercoledì. Solo 6 film visti per ora in quest’ultimo residuo di inverno, oltre a qualche serie tv iniziata e seguita con grande lentezza. Bando alle ciance, andiamo a parlare di ciò che ho visto ultimamente.

Continua a leggere

Film People: il progetto fotografico sui film della nostra vita

Come molti di voi forse sanno, quando non vivo la vita del cinefilo vivo quella da fotografo, che è la mia vera occupazione. Da un mese e mezzo ho cominciato un nuovo progetto, che ho chiamato “Film People”, basato su una serie di ritratti e su una lavagna, sulla quale ogni persona ritratta ha scritto il titolo del suo film preferito, il suo film della vita. Per me è stata l’occasione di unire due delle mie più grandi passioni, ovvero il cinema (l’oggetto dei miei studi universitari) e la fotografia (il mio lavoro). Se vi interessa seguire il progetto tenete d’occhio il mio profilo Instagram alessiotrerotoli, la mia pagina Facebook o il sito www.alessiotrerotoli.it, dove potete già trovare alcune immagini in anteprima. Qui di seguito vi lascio la descrizione del progetto e una locandina di presentazione (e se siete interessati a farvi ritrarre, non esitate a scrivermi, soprattutto se vivete a Roma).

Continua a leggere

Recensione “Mid90s” (2018)

L’esordio di Jonah Hill dietro la macchina da presa è un nostalgico viaggio negli anni 90, a bordo di uno skateboard. Visto che gli Anni 80 sono stati ormai ripresi e citati a dismisura da film e serie tv, Hill passa dunque al decennio successivo, quello che ha realmente vissuto da adolescente, omaggiandolo prima con il titolo e poi con le sue Tartarughe Ninja, Hulk Hogan, i Nirvana, il Super Nintendo, le Liquidator, le serate Blockbuster e molto altro, raccontando il suo mondo in 4:3 e dandoci quasi l’impressione di osservare il girato di una videocamera amatoriale.

Continua a leggere

Capitolo 259

Marzo è un mese pericoloso per un cinefilo. Arrivano le prime giornate calde, le ore di luce aumentano e la sera è quasi piacevole uscire a bere una cosa con gli amici. La vita sociale risorge dalle tenebre invernali e bussa alla porta con insistenza, mentre film e serie tv ti guardano con gli occhi gonfi di lacrime di chi non vuol essere abbandonato. Soluzione momentanea: uscire a bere prima di cena e dedicare la serata al Cinema. Tuttavia la primavera si avvicina, altre battaglie tra vita reale e vita da cinefilo sono in procinto di esplodere. Ne sapremo di più nel prossimo capitolo…

Continua a leggere

Una Vita da Netflix – Marzo 2019

Episodio 12. Un anno di vita da Netflix, la rubrica di Una Vita da Cinefilo che ogni mese vi aiuta a districarvi nel mare di novità e scadenze della piattaforma di streaming che ha disintegrato la nostra vita sociale ma che al tempo stesso ha reso la nostra vita sotto il piumone una vera e propria filosofia. Ancora un mesetto e arriverà la primavera: non so se sono pronto ad abbandonare il plaid. Nel frattempo andiamo a scoprire cosa vedremo su Netflix a marzo.

Continua a leggere

Capitolo 258

Oggi vi sto scrivendo da un pullman che mi sta riportando a Roma dopo alcuni giorni di lavoro nelle Marche. Il gioco della settimana è stato quello di trovare scorci in pieno stile Twin Peaks tra i monti marchigiani e devo dire di essermi immedesimato piuttosto bene, tra ceppi di legno, alberi a perdita d’occhio e paesini in cui tutti si conoscono. Ma parliamo di film, in attesa di recuperare le ultime due pellicole candidate agli Oscar, ci sono state diverse visioni piuttosto interessanti.

Continua a leggere

Recensione “La Casa di Jack” (“The House That Jack Built”, 2018)

Il cinema di Lars Von Trier, specialmente nell’ultimo decennio, oscilla costantemente tra la genialità e la follia, in una competizione senza vincitori né vinti. Il nuovo film del regista danese, grazie al quale è stato nuovamente ammesso al Festival di Cannes dopo le infelici dichiarazioni a proposito di Hitler nel 2011, è un viaggio infernale nella mente di un serial killer: ingegnere nel cervello, architetto nel cuore, psicopatico nell’anima.

Continua a leggere

Recensione “Il Mio Capolavoro” (“Mi Obra Maestra”, 2018)

Seguo l’accoppiata Duprat/Cohn da ormai moltissimi anni e non mi perdo mai un loro film per il semplice motivo che realizzano solo pellicole bellissime e spesso molto divertenti (vi consiglio vivamente di recuperare “L’Artista”, “El Hombre de al lado” o il premiatissimo “Il cittadino illustre”). La coppia argentina questa volta si divide i compiti: Mariano Cohn produce e Gaston Duprat dirige, ma il risultato non cambia.

Continua a leggere

Il punto sulle Nomination Oscar 2019

Sono state annunciate da poco le candidature per gli Oscar del prossimo 24 febbraio. A dominare la scena sono stati due grandissimi film, “Roma” e “La favorita”, con 10 nomination a testa. Andiamo a vedere come sono state queste candidature, quali sono state le sorprese e chi i grandi delusi. In fondo inoltre trovate la lista con tutte le nomination.

Continua a leggere